Aprite le Porte – Opera Pop

Aprite le porte” è un’opera pop in due atti che racconta la storia di Karol Wojtyla “dalle miniere di pietra al Vaticano”, come recita il sottotitolo. Lo spettatore verrà trasportato, attraverso la musica, da una Cracovia del 1940 ad una Roma dei primi anni ’90. Ad accompagnarlo in questo viaggio sarà proprio il protagonista, in prima persona, l’uomo che diverrà Papa Giovanni Paolo II, che, con la sua esistenza, ha ispirato la vita di altri uomini, ha plasmato l’umanità con il suo unico e personale modo di affrontare la sua missione nel mondo e nella chiesa Cattolica. Prima di essere eletto Papa, la sua persona era ancora più affascinante e tale si è mantenuta nel corso degli anni, nonostante le difficili sfide e l’amore incondizionato per la sua terra che si vede più volte costretto ad abbandonare. La sua elezione al Santo Pontificio, inoltre, lo ha visto in 27 anni protagonista di innumerevoli opere e clamorose vicissitudini: la caduta del muro di Berlino, l’attentato alla sua persona e il perdono nelle carceri del suo carnefice, il Concilio Vaticano II, la malattia. Grazie al suo carisma e potere decisionale, Karol ci ha permesso di sperare, “volare verso un mondo diverso . . . più sereno.”

In questa opera pop, attraverso il canto e la danza, conosceremo le sue origini, i suoi amici e compagni di avventura, rivivremo le ambientazioni della dittatura nazista, le vicende del teatro clandestino, i lavori in miniera, insieme ai personaggi storici più famosi con i quali egli è venuto a contatto, tra cui Wanda Poltawska, la donna guarita da un male ritenuto incurabile per intercessione di Padre Pio, Madre Teresa di Calcutta e l’attentatore Ali Acga.

Share
Date: Summer 2016